Guida al trucco permanente: tecniche, benefici e consigli

Molti pensano che il trucco permanente sia solo una moda del momento, priva di qualsiasi tipo di beneficio. Ebbene occore sottolineare che un pensiero del genere è assolutamente poco veritiero. Infatti il trucco permanente è una tecnica che permette di non dover più passare minuti su minuti alla ricerca dell’aspetto migliore.

Questo viene anche definito come microdermopigmentazione, proprio a dimostrazione dei micropigmenti biologici che vengono usati. Vale la pena ricordare che si tratta di una tecnica ideale soprattutto perché prevede la possibilità di avere un risultato che duri nel tempo e che sia proprio quello desiderato.

Solitamente un trattamento del genere dura da un anno fino a tre anni: questo perché bisogna rimarcare frequentemente, soprattutto nei primi tempi, il pigmento. E senza dimenticare che ad avvantaggiare il ricorso a questa soluzione estetica ci sono anche i costi alquanto bassi rispetto a quello che si potrebbe immaginare. Per cui si tratta di un’ottima scelta per tutte, ma ricordatevi di affidarvi agli esperti contattabili su truccopermanente.it , il sito numero un in Italia.

Come avviene la realizzazione del trucco permanente

trucco permanenteBisogna ricordare che il trucco permanente viene eseguito mediante delle tecniche assolutamente all’avanguardia. A partire da quelli che sono i pigmenti utilizzati che sono biologici e soprattutto anallergici: dunque sarà molto basso il rischio che possano svilupparsi delle intolleranze.

Questi vengono inoculati mediante degli aghi sterili, per cui è fondamentale notare che essi vengano aperti al momento dell’intervento. La durata dell’intervento è alquanto breve, ma per avere un risultato che rispecchi le attese è fondamentale seguire alcune utili indicazioni. A partire dalla possibilità di rimarcare dopo almeno un mese dal primo intervento di microdermopigmentazione il pigmento. Anche perché i risultati e le forme che si vogliono dare col pigmento saranno visibili in maniera alquanto evidente almeno dopo un mese.

Per cui è sempre bene armarsi di pazienza e anche di apposite creme a base di ingredienti idratanti come la vaselina che elimino qualsiasi tipo di irritazione legata all’ago.

Alcune controindicazioni importanti della tecnica

Sicuramente il trucco permanente è una delle soluzioni estetiche più scelte dalle amanti del make-up. Vale la pena partire da un presupposto basilare, ovvero che si parla di una tecnica alquanto sicura e priva di pericoli. Il che vuol dire che non ci saranno né reazioni allergiche né altri tipi di intolleranze nei confronti dei pigmenti che vengono inoculati.

Ma è bene ricordare che possono esserci delle controindicazioni non trascurabili. A partire dal fatto che questo tipo di trattamento estetico andrebbe preferibilmente evitato durante il periodo estivo. Questo potrebbe infatti predisporre a qualche fenomeno di irritazione e risultare soprattutto fotosensibilizzante. Inoltre è meglio non ricorrere a questo tipo di soluzione qualora ci sia un’allergia a metalli o anche durante il periodo della gravidanza o anche allattamento.

In queste fasi è meglio non correre rischi ed aspettare qualche mese in maniera tale da potersi sottoporre al trattamento in totale sicurezza. Tenendo anche presente che è meglio evitare il trucco permanente soprattutto in quelle aree del corpo delicate o dove possano essere presenti delle eventuali cicatrici.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *