Furgoni a noleggio: modelli e prezzi

Quando si mette mano al portafoglio o si fanno ricerche in vista di una spesa, quello che facciamo tutti è cercare una proposta che rappresenti la miglior soluzione possibile dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo.

Risparmiare sì, ma senza andare incontro ad alcun tipo di spiacevole sorpresa.

Men che meno se la spesa in questione è rappresentata dal noleggio di un furgone, una necessità che non si incontra tutti i giorni. 

Se state cercando informazioni al riguardo, probabilmente avete in agenda un evento come un trasloco, uno o più grandi acquisti, oppure un impegno lavorativo che necessita del trasporto di un carico importante.

In ogni caso, si tratta di impegni di per sé dispendiosi in termini di denaro e di energie.

Ecco perché è importante che il furgone noleggiato calzi a pennello su quelle che sono le esigenze del noleggiatore.

E’ per questo che oggi le compagnie che offrono servizi di noleggio furgoni presentano una varietà di soluzioni tale da soddisfare ogni tipologia di richiesta.

 

I fattori da considerare quando si noleggia un furgone

 

La prima cosa importante da stabilire è la dimensione del furgone.

Quanto deve essere grande il veicolo di cui abbiamo bisogno? 

La dimensione del furgone è uno degli elementi che incideranno sul prezzo, perciò sarà bene individuare come prima cosa l’entità del carico che dovrà essere trasportato.

Sarebbe uno spreco noleggiare un furgone troppo grande, ma è meglio non rischiare di noleggiarne uno che non soddisferà in termini di spazio le nostre esigenze.

L’altro fattore che determinerà la cifra finale è il tempo. 

 

Per quanto tempo avremo bisogno del furgone? 

 

Le compagnie vengono incontro al cliente soprattutto da questo punto di vista, offrendo un catalogo di numerose fasce orarie tra cui scegliere.

Si parte da quella oraria, che consente il noleggio anche per tempi brevissimi, per poi contemplare noleggi giornalieri, notturni, per il fine settimana e via dicendo.

Ovviamente il prezzo aumenta con l’aumentare delle ore in cui pensiamo di tenere il furgone, tuttavia bisogna prestare attenzione alle penali: le penalità economiche cui si va incontro per un ritardo nella restituzione del veicolo, ad esempio, possono essere piuttosto salate.

Perciò anche se sappiamo che per effettuare il nostro trasporto a bordo del furgone ci basterà un’ora, sarà meglio noleggiarlo per almeno due ore piuttosto che correre il rischio di un ritardo nella riconsegna, dato che è sempre possibile incorrere in qualche imprevisto (il traffico, ad esempio). 

Considerati questi due fattori principali, i prezzi variano anche a seconda della città, del periodo dell’anno in cui si effettua il noleggio e della vettura o della compagnia scelta.

Indicativamente, affittare per un giorno un furgone adeguato ad un trasloco di medie dimensioni, non dovrebbe superare i cento euro.

 

I furgoni a noleggio più usati

 

In Italia i furgoni a noleggio più conosciuti ed usati sono quelli di Amico Blu, Hertz e Europcar.

Amico Blu offre un’ampia gamma di veicoli commerciali tra cui scegliere.

Hertz, a partire da 35 euro, propone comodissimi modelli Fiat, Ford Transit e Volkswagen.

Mentre Europcar vanta una grande flessibilità e l’opzione Young driver, pensata apposta per i guidatori più giovani.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *