Cosa vedere a Roma in una settimana

I luoghi da visitare a Roma sono tantissimi e se avete una settimana di vacanza allora riuscirete di certo a vedere i posti più belli e affascinanti di questa città meravigliosa. Il consiglio è di spostarvi con i mezzi pubblici o a piedi.

Quello che vi suggeriamo è ovviamente indicativo e potete cambiarlo a vostro piacimento, ma è sicuramente un buon vademecum per muovervi anche se non conoscete bene la città.

Potete cominciare il primo giorno da via dei Fori Imperiali, il cuore della Roma antica che collega il Colosseo a Piazza Venezia e all’Altare della Patria. In circa 800 metri avrete di fronte a voi un museo a cielo aperto. Partite presto così da evitare le file. Visitate l’interno dei Fori di Traiano con la colonna Traiana in circa 2 ore e quindi il Colosseo con lo stesso biglietto.

Raggiungete il Vittoriano e visitate una delle tante mostre. Alla vostra sinistra potrete visitare il Campidoglio, e poco prima vi troverete di fronte la scalinata dell’Ara Pacis. Da piazza del Campidoglio potete accedere ai Musei Capitolini.

Il secondo giorno dedicatelo alla visita in Vaticano, a cominciare da piazza San Pietro e poi la basilica. A livello inferiore potete accedere alle Grotte Vaticane. Non lontano ci sono i Musei Vaticani, con la splendida Cappella Sistina. Dopo la pausa pranzo fate una passeggiata su Via della Conciliazione e arriverete a Castel Sant’Angelo, dalla cui terrazza si gode una vista spettacolare di Roma.

Attraversate Ponte Sant’Angelo e raggiungete Piazza Navona, con la splendida Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini. Da qui raggiungerete Campo dei Fiori con la statua di Giordano Bruno, tra vie pittoresche tipicamente romane. Potete cenare qui, nella piazza della movida romana.

Il terzo giorno toccherà a Piazza del Popolo e quindi salendo da via Flaminia, potete fare una passeggiata all’interno di Villa Borghese, visitando anche il Bioparco. Nel pomeriggio tornare indietro e da Via del Babbuino raggiungerete la spettacolare Piazza di Spagna con la scalinata di Trinità dei Monti. Da via del Corso, che incrocia via Condotti, raggiungete Fontana di Trevi, con una passeggiata nelle vie più belle e romantiche, come Via Margutta.

Il quarto giorno partite dal Circo Massimo,alla spalle del quale ci sono le Terme di Caracalla e la Bocca della Verità. Sul lato opposto potete visitare il Roseto Comunale. Nel pomeriggio visitate la Basilica di Santa Sabina, quindi spostatevi prima nel Giardino degli Arancio e poi dirigetevi verso Piazza dei Cavalieri di Malta: c’è un portone da dove, guardando nel chiavistello, si vede la Cupola di San Pietro. Da qui non è lontana la Piramide Cestia.

Il quinto giorno potete visitare la Basilica di San Giovanni in Laterano e la Scala Santa, quindi percorrendo via Carlo Felice vi trovate a Santa Croce in Gerusalemme che conserva i resti della croce di Cristo. Tornate verso la basilica lateranense e da qui prendete uno degli autobus che vi porterà verso San Paolo Fuori le Mura.

Il sesto giorno potete visitare il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e la Galleria Nazionale di Arte Moderna. Nel pomeriggio visitate il Museo e la Galleria Borghese e poi fate una passeggiata su Via Veneto. Da qui non è lontana piazza Barberini con la Fontana del Tritone.

L’ultimo giorno dedicatelo al quartiere romanesco per eccellenza: Trastevere. Dopo aver visitato la Basilica raggiungete il Gianicolo e attendete mezzogiorno per i colpi di cannone. Nel pomeriggio visitate l’isola Tiberina e il Ghetto Ebraico e potrete dire di aver visitato i luoghi più belli della città eterna.

Per approfondire su cosa fare a Roma: romabbella.com.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *