Specchi per il bagno: come sceglierli e quali utilizzare?

La scelta di uno specchio per il bagno non è assolutamente semplice, dal momento che deve rispondere ad una serie di standard e di canoni estetici che meritano di essere presi in considerazione, e che portano la propria stanza da bagno ad essere non soltanto funzionale al soddisfacimento dei propri bisogni personali, ma anche piuttosto pregevole dal punto di vista estetico. Per questo motivo, quando si ha intenzione di acquistare uno specchio, diverse caratteristiche possono essere prese in considerazione, in modo da rendere la propria scelta ottimale. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito di come scegliere uno specchio per il bagno e, allo stesso tempo, quali siano gli specchi che possono essere utilizzati per l’arredamento della propria stanza da bagno. 

 

Specchio per il bagno: quale forma scegliere?

Di sicuro, quando si guarda alla scelta di uno specchio per il bagno, sono diverse le caratteristiche che possono essere prese in considerazione. Allo stesso tempo, però, la funzione principale di uno specchio all’interno della propria stanza da bagno è prettamente estetica, dal momento che permetterà di far risaltare sia le fattezze dello stesso, sia di rendere maggiormente ampia – anche e soprattutto dal punto di vista della percezione – la stanza stessa, soprattutto se piuttosto piccola dal punto di vista dell’ampiezza e delle sue forme.

 

Per questo motivo, la caratteristica fondamentale che bisogna sottolineare, nell’ambito dell’acquisto del proprio specchio, è la forma di questo stesso, che permette di adattare questo stesso strumento alla forma del proprio bagno, se la stanza stessa lo concede. In termini prettamente pratici, un bagno molto grande permette di osare maggiormente con la forma di uno specchio, mentre un bagno più piccolo rende necessaria l’adozione di uno stile piuttosto semplice, che possa adattarsi con più semplicità alla propria stanza. 

 

Per questo motivo, la forma di uno specchio può orientarsi in base alle determinate scelte: con un bagno molto grande, si può osare con forme particolari, cornici piuttosto spesse che facciano risaltare lo strumento o, ancora, con texture e dimensioni XXL, che non disturbino la struttura totale del proprio bagno, adattandosi perfettamente alle dimensioni dello stesso. Diversamente, con un bagno di più piccole dimensioni, si preferisce adottare e servirsi di uno specchio più piccolo, generalmente dalla forma ovale, senza cornice e con dimensioni contenute: uno specchio troppo grande per un bagno dalle piccole dimensioni darebbe soltanto un effetto di disturbo a chi lo osserva, non inserendosi perfettamente all’interno del contesto della stanza. 

 

Come illuminare il proprio specchio?

Un’altra caratteristica che può essere presa in considerazione per la scelta del proprio specchio rispetta l’illuminazione dello stesso. Ciò dipende direttamente dalle funzioni per cui si utilizza un determinato specchio: è soltanto uno strumento estetico o serve anche a truccarsi e prepararsi? Ci sono altri specchi considerevoli – in termini di dimensioni – nella propria casa o è l’unico che permetta di specchiarsi totalmente?

 

Rispondendo a queste domande si potrà prendere una decisione più esemplificativa in merito: per questo motivo, si potrà scegliere tra specchi retroilluminati con luce LED, specchi affiancati da faretti, lampadine e appliques esterni e, infine, specchi contenitori classici, che permettono un’illuminazione non potentissima ma comunque considerevole. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *