Quali sono i dpi per i lavoratori del settore edilizia?

I dpi, ovvero dispositivi di protezione individuale, servono a garantire la protezione del dipendente sul posto da lavoro, cercando di ridurre al minimo i pericoli che possono incombere da un momento all’altro. Ovviamente non tutte le professioni adottano gli stessi dpi, ma noi oggi andremo a concentrarci in particolar modo su quelli dedicati ai lavratori del settore edilizia. Quali sono i dpi che la legge obbliga ad utilizzare in questo caso? Come essi sono in grado di evitare incidenti potenzialmente fatali? Andiamo a scoprirlo insieme.

Occhiali protettivi
Il primo dispositivo di protezione individuale che viene adottato nel mondo dell’edilizia, e che sicuramente abbiamo già visto in qualche vecchio film degli anni ’90, è proprio il caschetto giallo, anche detto elmetto. Contrariamente a quanto potrebbe lasciar pensare il suo aspetto estetico, l’elmetto è un salvavita del lavoratore per eccellenza, sopratutto nel settore edilizio. Rimane sempre molto frequenta la caduta di materiali dall’alto, incidenti sui ponteggi e tanto altro ancora, che senza elmetto sarebbero sicuramente fatali. Per farvi capire meglio l’importanza di questo dispositivo è sicuramente meglio farvi un esempio realistico basato su esperimenti effettuati con l’utilizzo di manichini per simulazione; è stato visto che una semplice vite in caduta dal quinto piano di un ponteggio puo’ essere letale come un proiettile se impatta sul cranio umano. Prima di concludere ci teniamo a ricordarvi che l’uso dell’elmetto non diventa obbligatorio solo in posizione di lavoro, quando ci troviamo sopra un ponteggio o alle prese con una macchina di lavoro; ma dal primo secondo in cui mettiamo piede nell’area di cantiere.

Occhiali protettivi
Subito dopo il caschetto, troviamo gli occhiali protettivi, anch’essi di fondamentale importanza. Gli occhi sono un organo estremamente sensibile del nostro corpo, e continuamente esposto ai pericoli; basta una piccola scheggia per perdere completamente la vista. Nel settore edilizio la diffusione accidentale di corpi nell’aria e sempre dietro l’angolo, partendo da un semplice lavoro di scalpellatura, fino alle saldazioni ad elevate temperature. Gli occhiali si rivelano quindi essere l’unico dpi adatto alla protezione della vista e al blocco dell’impatto ad alta velocità dei microcorpi. Anche in questo caso, prima di concludere, vogliamo riassumere per voi una breve riflessione del Comitato Tecnico Europeo, esposta proprio in occasione dell’adozione obbligatoria degli occhiali protettivi nel settore edilizio. Il Comitato ha concluso il proprio intervendo sostenendo che al giorno d’oggi mani e gambe possono facilmente essere sostituite con strumenti artificiali adattabili, consentendo al lavoratore di rilanciare la propria carriera lavorativa; tuttavia dopo anni ed anni nessuno ha ancora inventato un occhio artificiale capace di ridonare la vista ad una persona infortunata sul lavoro.

Guanti in maglia metallica
Anche i guanti in maglia mettallica, o tessuto ad alta resistenza, rientrano tra i dpi obbligatori nel settore edilizio, ed il motivo è molto chiaro. Lavorando con macchine e strumenti capaci di lavorare a velocità allucinanti, come la smerigliatrice per fare un esempio, basta un secondo di distrazione per amputarsi accidentalmente un arto. E’ importante ricordare che stiamo parlando di attrezzi ai quali basta il minimo contatto con la pelle umana per provocare danni irreparabili, tant’è che neanche i guanti sono in grado di resistere al taglio. La loro funzione infatti è quella di permettere al lavoratore di avere qualche secondo a disposizione per poter intervenire nella protezione dell’arto colpito prima che il dispositivo di protezione venga completamente falciato. I guanti hanno anche la funzione di proteggere le mani dal contatto con agenti chimici che possono corrodere la pelle o essere causa di tumori.

Scarpe in punta metallica
All’ultimo posto, ma sicuramente non per importanza, troviamo le scarpe in punta metallica. Il loro scopo è quello di proteggere la parte esterna del piede da potenziali danni da schiacciamento, che possono avvenire sia in maniera diretta quando il piede viene colpito da uno strumento di lavoro in funzione, sia indirettamente per colpa della caduta di materiali e oggetti molto pesanti. Nella maggior parte dei casi basterà la punta mettalica ad evitare l’impatto diretto con l’arto coinvolto, dando il tempo al lavoratore di mettersi al riparo. Tuttavia è sempre buona norma rimanere vigili e attenti, in quanto la punta metallica potrebbe venire deformata e schiacciata da calcinacci o lastre in cemento di grande dimensione. Questo tipo di scarpe vengono progettate appositamente per poter essere rimosse con grande velocità in una situazione immediata di pericolo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *