cane al guinzaglio

Guinzaglio o non guinzaglio? La museruola è davvero obbligatoria? Posso lasciare libero il mio cane in un parco, se non è presente nessuno nei dintorni?

Chi possiede un cane o sta valutando di prenderne uno si sarà posto una di queste domande almeno una volta. In alcuni casi, però, la legislazione in materia può rivelarsi piuttosto oscura.

Cosa dice la legge?

Con questa domanda incappiamo proprio nel primo problema circa la regolamentazione riguardo l’utilizzo del guinzaglio: non esiste alcuna legge che ci dica cosa fare.

Ciò non si traduce in una piena libertà e nella fiducia nel buonsenso del padrone, ma occorre invece basarsi su delle ordinanze emesse dal Ministero della Salute. Le principali linee guida a cui fare riferimento sono le disposizioni ministeriali del 6 agosto 2013. Esse distinguono le precauzioni da prendere in base al luogo in cui ci troviamo, regolamentando l’uso di guinzaglio e museruola.

Le disposizioni in breve

Nei luoghi pubblici (strade, piazze, parchi) il cane dovrà essere portato con guinzaglio e senza museruola, oppure senza guinzaglio solamente indossando la museruola.

Nei luoghi aperti al pubblico il cane dovrà essere con guinzaglio e senza museruola, oppure senza guinzaglio e con museruola.

Sui mezzi di trasporto il cane dovrà essere tenuto al guinzaglio ed indossare anche la museruola.

Nei locali pubblici (bar, ristoranti) vige l’obbligo di utilizzare guinzaglio e museruola.

In tutte le situazioni sopracitate è indispensabile che il guinzaglio utilizzato sia lungo massimo un metro e mezzo. A queste regolamentazioni, però, si aggiungono anche le ordinanze comunali in materia di incolumità pubblica.

In ambito condominiale, all’interno delle zone comuni si applicano le stesse regole relative ai mezzi e ai locali pubblici. Il cane dovrà essere condotto al guinzaglio, con indosso anche la museruola. Questo articolo di laleggepertutti.it entra nel dettaglio della regolamentazione, analizzando anche le sanzioni qualora essa venisse trasgredita.

Si consiglia la lettura di questo articolo su come abituare il cane al guinzaglio.

Quando il cane può essere lasciato libero?

Un cane può essere lasciato libero di muoversi senza museruola e senza guinzaglio nelle zone adibite al suo sgambamento. Si tratta di aree recintate, spesso all’interno di parchi e giardini, in cui il cane può essere lasciato sciolto. In tutte le altre situazioni, il non ottemperare alle regole comunitarie può portare ad una multa fino a 258 euro.

C’è da aggiungere, però, che nelle zone di sgambamento per cani occorre comunque mantenere alto il grado di attenzione, in quanto, qualora accadesse un qualsiasi incidente, la responsabilità sarà sempre del padrone.

Non è raro vedere cani non addestrati e non amichevoli con i loro simili lasciati liberi nelle zone adibite. Nonostante l’area sia predisposta per consentire ai cani di rimanere sciolti, il rischio di incidenti rimane alto.

Qualora un cane mordesse, ferisse o danneggiasse in alcun modo una persona, una proprietà o un altro animale, la responsabilità ricadrebbe sempre sul padrone. Per ulteriori informazioni riguardo le responsabilità di chi conduce un cane, il sito consumatori.it ha realizzato un articolo molto ampio a riguardo, visualizzabile tramite questo link.

Di Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.